SEZIONI NOTIZIE

Marcolini: "Vogliamo il massimo da ogni gara, Cittadella realtà consolidata"

di Paolo Lora Lamia
Fonte: chievoverona.it
Vedi letture
Foto
© foto di Andrea Rosito

Compattare il gruppo in vista di un trittico di partite davvero insidiose. Questo ha ricercato in settimana il tecnico del Chievo Michele Marcolini, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Cittadella. Inizialmente ha sgombrato il campo dalle supposizioni sui motivi della settimana di allenamenti a porte chiuse: “Abbiamo cercato di lavorare al meglio e di ritrovare tranquillità dopo la scottatura presa contro la Juve Stabia. Non che ci sia disturbo, questa è un’oasi felice. Avevo bisogno di confrontarmi con la squadra”.

La puntura inflitta dalle vespe venerdì scorso brucia ancora: “Noi non abbiamo fatto un buon secondo tempo sul piano della personalità, ma escluse le situazioni dei gol la Juve Stabia non ha creato altro e per questo c’è ancora più rammarico. Ci siamo fatti parecchio male da soli”.

Prosegue la grana infortuni con Obi e Ceter usciti dal campo poco dopo l’inizio dell’ultimo match di campionato: “Spero che non siano di grande entità. Come tutti i problemi muscolari vanno valutati di giorno in giorno. Per quelle che erano le paure iniziali, non è nulla di grave”. C’è ottimismo invece per quanto riguarda Djordjevic e Giaccherini: “Filip si è allenato con noi ed è recuperato. Giak ha ricominciato da due giorni ma l’ho lasciato ancora fuori, così arriverà più pronto di quello che è adesso alle prossime partite”.

Tra i giocatori finiti sul banco degli imputati per il k.o. contro la Juve Stabia figura Semper, reo di aver causato il rigore del definitivo 2-3: “Per i portieri è particolare: sono un piccolo nucleo all’interno di uno più importante. Lorenzo (Squizzi ndr) ha cercato di lavorare sulla testa del ragazzo e anch’io, senza fargli pesare troppo gli errori con la Juve stabia. Quando c’è un ambiente che non ti fa pesare troppo gli episodi negativi, sta al ragazzo dimostrare di volersi riscattare subito”.

Un bilancio sulla settimana di allenamenti a porte chiuse: “I ragazzi hanno lavorato bene. Non è stata una cosa punitiva, ma solo per compattare un po’ il gruppo senza avere distrazioni. Se ho ottenuto quello che volevo lo vedrò domani: alla fine l’unica cosa che conta sono i risultati”.

Le assenze per infortunio sono state fino ad ora tante e di qualità. Una situazione nuova per il tecnico: “Hanno penalizzato la squadra a livello tecnico e qualitativo, ma anche di esperienza e di carattere. Non mi è mai capitato, così come non mi è mai capitato il doppio infortunio nello stesso minuto. Sono cose che possono succedere nel calcio: cerco di far sentire tutti parte del progetto, in modo che tutti si facciano trovare pronti”.

Cittadella, Benevento e Pescara sono le tre avversarie del Chievo nei prossimi nove giorni: “Le gestisco cercando di ottenere il più possibile in ogni gara. Questa è la nostra mentalità: ottenere il massimo contro chiunque. Qualsiasi gara ha la stessa importanza, perché tutte valgono tre punti. Affronteremo tre squadre con obiettivi importanti, ma non per questo cambia la nostra mentalità”.

Inevitabile che comincino le prime voci di mercato, argomento che per il momento non interessa Marcolini: “Ci son tante partite in poco tempo, il mio pensiero a gennaio non è ancora arrivato”. Parlando di mercato viene spontaneo il nome di Vignato, ad un passo dal Bologna. Talento classe 2000 ci sarà contro il Cittadella: “Vignato sta bene ed è recuperato. Ha lavorato tutta la settimana, il dolore al collo del piede è scomparso del tutto”.

Il Chievo non è ancora una squadra matura, come dimostrano i numerosi passi falsi contro le cosiddette piccole. Ecco la spiegazione del mister gialloblù: “Venerdì c’è stata incapacità di reagire ad un episodio negativo, dopo che la gara si era incanalata in tutt’altra direzione. Gli approcci alla gara son sempre buoni, a parte un po’ Trapani. Probabilmente bisogna migliorare le fasi in cui gli avversari abbandonano i tatticismi e danno più pressione. Queste gare hanno sottolineato principalmente tale aspetto”.

Occhi sul Cittadella, l’avversario di turno: “Vengono da una battuta d’arresto, ma dopo una striscia positiva lunga. E’ una realtà consolidata, senza nomi altisonanti ma con giocatori che hanno fatto bene nelle serie minori. Questi elementi vengono inseriti in un gruppo consolidato. Sono una squadra che gioca a ritmi alti e che, con attaccanti e trequartisti, attacca bene la profondità e gli spazi”.

Viste le numerose assenze, il minutaggio di alcuni giocatori è stato elevato ultimamente: “Chi deve tirare deve pensare a quello. Ci sono gli infortuni e ci sono momenti in cui non si ha molto spazio per recuperare”. Un recupero però c’è stato ed è quello di Djordjevic, il bomber che può risolvere diversi problemi offensivi del Chievo: “Filip sta bene, ha lavorato con costanza e senza dolore. Chiaramente è lontano da una condizione ottimale, ma ha dimostrato di essere in salute. Spero che la squadra riversi in campo la brillantezza mostrata in allenamento”.

Altre notizie
Martedì 03 marzo 2020
16:45 Primo Piano Presentato Aglietti: "Ho voglia di rivalsa, con l'Ascoli invertiamo la rotta"
Domenica 01 marzo 2020
17:30 Primo Piano Ufficiale: esonerato Marcolini, Aglietti nuovo tecnico
Domenica 23 febbraio 2020
17:20 Primo Piano Garritano fa volare il Chievo: gialloblù vittoriosi sul campo del Pordenone
Lunedì 17 febbraio 2020
23:25 Primo Piano Giaccherini da urlo: il Chievo torna alla vittoria battendo 2-0 la Salernitana
Domenica 09 febbraio 2020
17:25 Primo Piano Non basta la magia di Meggiorini: a Pisa arriva l'ennesimo pareggio
Domenica 02 febbraio 2020
17:15 Primo Piano Apatia Chievo: cade tra le mura amiche contro il Venezia
Mercoledì 29 gennaio 2020
19:10 Calcio Mercato Ufficiale: preso Jonathan Morsay, arriva a titolo definitivo
Martedì 28 gennaio 2020
16:25 Primo Piano Ufficiale: Renzetti è un nuovo giocatore del Chievo
Venerdì 24 gennaio 2020
22:30 Primo Piano FINALE - Empoli-Chievo 1-1: Meggiorini risponde a Tutino
Sabato 18 gennaio 2020
20:15 Primo Piano Ceter-Meggiorini: vittoria last minute del Chievo contro il Perugia
Venerdì 17 gennaio 2020
19:30 Verso il match... Marcolini: "Sosta importante, valiamo più della nostra classifica"
Giovedì 16 gennaio 2020
09:00 Primo Piano Pellissier: "Vogliamo la Serie A, Marcolini oltre le aspettative"
Martedì 31 dicembre 2019
14:00 Editoriale 2019 nero per il Chievo: errori e delusioni in serie, arriverà il riscatto?
Giovedì 26 dicembre 2019
17:15 Primo Piano Vignato illude, il Benevento rimonta: il Chievo cade ancora al Bentegodi
Sabato 21 dicembre 2019
17:15 Primo Piano Vignato riprende il Cittadella: al Tombolato termina 1-1
Venerdì 20 dicembre 2019
14:52 In evidenza Marcolini: "Vogliamo il massimo da ogni gara, Cittadella realtà consolidata"
Venerdì 13 dicembre 2019
23:12 Primo Piano Buio nella ripresa: Chievo rimontato clamorosamente dalla Juve Stabia
Sabato 07 dicembre 2019
20:05 Primo Piano Siluro di Di Noia: il Chievo vince di misura contro la Cremonese
Lunedì 02 dicembre 2019
16:30 Editoriale Impreciso, frettoloso, molle: il Chievo visto a Trapani non farà molta strada
Lunedì 25 novembre 2019
23:15 Primo Piano Parola alla difesa: Vaisanen e Dickmann piegano la Virtus Entella