Pellissier intramontabile, lampi di vero Birsa: top e i flop del Chievo

di Paolo Lora Lamia
articolo letto 359 volte
Foto

TOP

Pellissier: la salvezza del Chievo passa dalle prodezze del suo giocatore più rappresentativo. Confermato in campo dal primo minuto, il capitano clivense ripaga ampiamente la fiducia di Di Carlo. Oltre al gol, che vale per il Chievo un punto prezioso, il numero 31 rincorre gli avversari per 90 minuti, lotta, recupera palloni e mette in campo la voglia di un ragazzino. Una prestazione maiuscola, impreziosita dalla sua 110^ rete in Serie A: giù il cappello.

Birsa: sotto la guida di Di Carlo, lo sloveno è tornato al suo ruolo naturale di trequartista. Contro la Lazio è certamente tra i migliori in campo. Ottimo il suo lavoro in fase di non possesso, dato che è lui unod ei giocatori che pressa maggiormente i difensori laziali quando impostano l'azione. Precisi e di qualità i suoi rifornimenti ai compagni, tra cui l'assist per il vantaggio firmato da Pellissier. Con Birsa di nuovo al top, il Chievo avrà un'arma in più per la salvezza.

FLOP

Difficile trovare aspetti negativi nella prova fornita ieri dal Chievo contro la Lazio. Dopo il miglior primo tempo della stagione per intensità e qualità, i gialloblù hanno pagato la stanchezza ad inizio ripresa. La formazione clivense ha abbassato troppo il baricentro, favorendo il ritorno della Lazio che ha concretizzato i suoi sforzi on il pareggio di Immobile. Momento di sofferenza quasi inevitabile quindi, a cui però la squadra ha aputo reagire sfiorando la vittoria nel finale.


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy