Pellissier eterno, difesa colabrodo: i top e i flop del Chievo

di Paolo Lora Lamia
articolo letto 442 volte
Foto

TOP

Pellissier: viene schierato a sorpresa da D'Anna dal primo minuto e ripaga ampiamente la fiducia del suo tecnico. Dopo aver fatto la guerra ai difensori del Milan per tutto il primo tempo, ad inizio ripresa segna il gol della speranza approfittando di un errato disimpegno della squadra di Gattuso. Rete numero 109 in Serie A per lui: se tutti i suoi compagni giocassero con la sua determinazione, il Chievo probabilmente avrebbe qualche punto in più.

Sorrentino: se il Chievo non rimedia una goleada come quella di Firenze alla seconda giornata, gran parte del merito va al numero uno gialloblù. Nei primi minuti si oppone alla grande ad una conclusione da pochi passi di Kessiè mentre, nella ripresa, limita i danni negando il gol prima ad Abate e poi a Calhanoglu con altri due ottimi interventi. Uno dei pochi giocatori clivensi che si salvano in questo sciagurato inizio di stagione.

FLOP

La linea difensiva: il principale problema del Chievo in questo inizio di stagione viene confermato a San Siro contro il Milan. La squadra di D'Anna, nonostante un grande Sorrentino, prende gol o comunque concede occasioni con una disarmante facilità. Nel primo tempo, nell'ordine: Kessiè sbuca alle spalle della difesa concludendo da pochi passi (Sorrentino gli nega il gol), il vantaggio di Higuain nasce da una respinta di testa di Bani che anticipa Sorrentino e mette il pallone sui piedi di Suso e, in occasione del 2-0, l'argentino viene lasciato solo al centro dell'area. La ripresa non va tanto meglio: urge un cambio di rotta. da parte dei difensori clivensi (e dei loro compagni che spesso non li aiutano).

 


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy