Romairone: "Rinnovi motivo di soddisfazione, bene i giovani"

di Paolo Lora Lamia
Fonte: Tuttomercatoweb.com
articolo letto 154 volte
Foto

Il direttore sportivo del Chievo Giancarlo Romairone ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di TMW Radio. Tanti i temi toccati dal nuovo ds clivense, a cominciare dal derby con il Verona che torna in Serie A dopo una sola stagione: "Pensiamo al nostro percorso, diverso per tanti motivi. Non guardiamo in casa d'altri, pensiamo solo alla nostra squadra. Credo che possa esserci una certa rivalità, anche bella se vogliamo".

Sui molti rinnovi ufficializzati di recente: "In queste settimane abbiamo lavorato in tal senso, non era facile. Questi sono calciatori importanti, hanno dato tanto e possono ancora dare molto. Per noi rappresentano un valore aggiunto, abbiamo trovato grande entusiasmo e disponibilità. Raggiungere questi rinnovi, per noi, è motivo di soddisfazione e una base di partenza. Adesso abbiamo una rosa di buone potenzialità, senza pensare all'età. Giovani e meno giovani, hanno tanto da fare e da dimostrare. Anche i prossimi incontri con alcuni elementi della rosa sono in questa direzione".

Sul possibile rinnovo di Hetemaj: "Arriva da un'annata tribolata, ora ha iniziato bene il ritiro. Ci sta di mettersi a parlare, ma ogni cosa ha il suo tempo. Da domani penseremo a far coincidere altre dinamiche con altri calciatori della rosa. Lui, al top della forma, ha sempre fatto bene e può essere un valore aggiunto per noi".

Sulla possibilità di acquistare un nuovo attaccante: "Numericamente la rosa è omogenea in ogni reparto, ma ci sono altri giorni per lavorare fino al 31 agosto. Bisogna prestare attenzione a tutto, studiamo la rosa e siamo sereni in merito ai calciatori. La squadra è completa in ogni reparto, ma bisogna restare attenti e capire se è possibile migliorare. Pinamonti in prestito? E' cresciuto al Chievo, è partito da qui. Sta crescendo bene, ma non è opportuno fare nomi in questo momento. Il nostro attacco è omogeneo, ci sono giovani e meno giovani ma tutti possono fare bene".

Su come valuta il prossimo campionato: "La Serie A sarà ancora più difficile del passato, le neopromosse hanno storia e blasone. Il nuovo campionato sarà duro, ne siamo consapevoli. Ma noi partiamo da un'ottima base, sapendo che avremo rivali agguerrite. Dovremo dimostrare di meritare la permanenza in massima serie".

Su come si stanno inserendo i giovani nella rosa clivense: "Lo zoccolo duro della squadra è formato da calciatori esperti, al loro fianco ci sono giovani che hanno doti importanti. Gli esperti stanno trasmettendo stimoli e professionalità. Bene Bastien, di interessante c'è anche Vignato ma non voglio soffermarmi su determinati nomi. Ci sono 4-5 profili che avranno un grande futuro, ma dovranno essere bravi a crescere giorno dopo giorno. Il prossimo anno può essere utile a lanciare diversi giovani interessanti".


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI