Laxalt nel finale: Chievo battuto in casa dal Genoa

di Paolo Lora Lamia
articolo letto 141 volte
Foto

Partita delicata quella in programma per il Chievo questo pomeriggio, valida per la 24^ giornata di Serie A. I gialloblù, infatti, erano chiamati ad affrontare tra le mura amiche il Genoa, reduce dallo  straordinario successo in trasferta contro la Lazio. Maran torna al consueto 4-3-1-2, ritrovando Bastien a centrocampo (tornato dopo le due giornate di squalifica) e Inglese in attacco. Conferma dal primo minuto per il nuovo acquisto Giaccherini. 3-5-2 per Ballardini, che si affida alla coppia d’attacco Pandev-Galabinov.

Nei primi dieci minuti, pur senza creare grosse situazioni in area avversaria, è il Genoa ad avere l’approccio milgiore, mentre il Chievo appare timido come nelle precedenti partite. Con il passare dei minuti, la formazione gialloblù prende sempre più campo mentre i rivali genoani si chiudono in difesa per poi provare a ripartire. La partita resta equilibrata, con tanti errori in fase d’appoggio da parte di entrambe le formazioni. Al minuto 24’ arriva il primo tiro in porta del match: lo effettua Bastien dal limite dell’are, mandando il pallone fuori di poco. Risponde il Genoa cinque minuti dopo, con una conclusione di Galabinov che termina fuori. Dopo che viene annullato un gol a Pandev per fuorigioco, al minuto 37’ il Chievo prova a rispondere in contropiede: Birsa porta avanti il pallone e serve sulla sinistra Inglese, che crossa in mezzo ma né Birsa né Meggiorini arrivano sul suggerimento del compagno. A pochi secondi dall’intervallo, il tecnico del Genoa Balalrdini deve effettuare la prima sostituzione: fuori Galabinov per un problema fisico, dentro al suo posto Lapadula. Il primo tempo termina sullo 0-0.

La ripresa inizia con un Chievo intraprendente che, al minuto 50’, prova la conclusione con Bastien: Peri para senza troppo problemi. Altra occasione per i gialloblù al ciquantaquattresimo: cross dalla sinistra di Birsa per Inglese, che di testa manda il pallone sul fondo. Quattro minuti più tardi, Maran effettua la prima sostituzione: Castro (al rientro dopo l’infortunio) sostituisce Giaccherini. Secondo cambio gialloblù a breve distanza dal precedente, co Inglese che lascia il posto a capitan Pellissier. Il Genoa cresce con l’andare della partita, conquistando un paio di corner che però non riesce a sfruttare. Al minuto 71’ Ballardini prova a cambiare qualcosa sulle corsie esterne, inserendo Lazovic al posto di Pereira. Cinque minuti dopo, entrambi i tecnici esauriscono i cambi: Bessa e Gaudino sostituiscono Hiljemark e Birsa. La partita continua a conservare il copione del primo tempo, con poche occasioni, tanto equilibrio e troppi errori. Dopo un paio di azioni offensive genoane, al minuto 83’ Gaudino prova la conclusione, ma viene murata da un difensore avversario. Grandissima occasione per il Genoa a tre minuti dal novantesimo: Pandev entra in area e, a tu per tu con Sorrentino, si fa ipnotizzare dal portiere clivense. Il Genoa continua a spingere e, nel primo minuto di recupero, passa in vantaggio grazie alla conclusione vincente di Laxalt su spizzata di testa di Lapadula. E’ il gol che vale la vittoria per la squadra di Ballardini.

Seconda vittoria consecutiva per il Genoa, che fa un passo decisivo verso la salvezza. Quarta sconfitta consecutiva per il Chievo, sempre più avvitato in una crisi che non sembra avere fine. Questo il tabellino della gara:

Chievo-Genoa 0-1

Marcatori: 46' st Laxalt (G).

Chievo Verona (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Bani, Gamberini, Gobbi; Giaccherini (13' st Castro), Radovanovic, Bastien; Birsa (31' st Gaudino); Meggiorini, Inglese (14' st Pellissier). A disp.: Confente, Seculin, Pavoni, Dainelli, Cesar, Jaroszynski, Rigoni, Hetemaj, Pucciarelli, Stepinski. All.: Maran.

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Pedro Pereira (25' st Lazovic), Rigoni, Bertolacci, Hiljemark (30' st Bessa), Laxalt; Pandev, Galabinov (45' Lapadula). A disp.: Lamanna, Zima, Migliore, El Yamiq, Omeonga, Cofie, Medeiros. All.: Balalrdini.

Arbitro: Gavillucci.

Ammoniti: Spolli (G), Castro (C).


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI