SEZIONI NOTIZIE

ESCLUSIVA TCV - SickWolf: "La Roma può arrivare quarta, Chievo non da ultimo posto"

di Paolo Lora Lamia
Vedi letture
Foto

Chievo a caccia del riscatto dopo la rimonta subita ad Empoli. Non sarà facile per i gialloblù, impegnati questa sera al Bentegodi contro una Roma affamata di punti per alimentare il sogno quarto posto. Per parlare del match contro i giallorossi, la redazione di TuttoChievoVerona.it ha intervistato in esclusiva Simone Filippone (in arte SickWolf): youtuber romano che ogni giorno racconta le vicende calcistiche con enfasi, competenza e passione.

La Roma in stagione è stata molto discontinua: più un problema mentale di qualità dei giocatori?
“Secondo me il problema maggiore è dovuto alla decisione di Monchi e Di Francesco di fare il mercato in un certo modo. La Roma aveva bisogno di giocatori in ruoli ben precisi e Monchi non si è mosso in questo senso. A Roma sono arrivati giocatori come Pastore, Coric, Zaniolo: tutti trequartisti, quando Di Francesco insisteva per avere delle mezzali. Giocando con il 4-3-3 e avendo a disposizione troppi mediani e troppi trequartisti e poche mezzali, Di Francesco ha dovuto cambiare modulo passando al 4-2-3-1. Un modulo che non è consono a Di Francesco e che non ha gli equilibri del suo classico 4-3-3, come possiamo notare dai tanti gol subiti ultimamente. Sono andate via due mezzali pure come Nainggolan e Strootman e, al loro posto, sono arrivati trequartisti puri come Pastore, Coric e Zaniolo. La crisi della Roma viene per lo più da errori fatti durante il calciomercato”.

Lotta Champions mai come quest’anno aperta a tante squadre: riuscirà la Roma a centrare l’obiettivo?
“La Roma per me resta, al livello di organico, più forte di Milan, Lazio e Atalanta. Certo è che l’Atalanta ha uno schema quasi perfetto, che fa rendere ogni giocatore al massimo: questo mi fa paura. Inoltre Gasperini non ha nulla da perdere e, per questo, può essere un avversario insidioso per la Roma. Il Milan è una squadra che gioca semplicemente con il cuore. Ha ancora tante defezioni e tanti giocatori da sostituire per competere ai massimi livelli, però gioca sempre bene ed è una squadra rognosa che porta sempre a casa il risultato. La Lazio gioca di gruppo, è un gruppo. Fatica contro le big e vince sempre contro le piccole: quest’anno sta faticando un po’ di più contro le piccole, altrimenti avrebbe dieci punti di vantaggio su tutti.  Secondo me la Roma ha le potenzialità per arrivare quarta. Potrebbe esserci in ballo anche il terzo posto, visto che l’Inter sta calando”.

Come giudichi l’operato di Di Francesco, più volte messo in discussione nel corso della stagione?
“Di Francesco lo scorso anno ha fatto molto bene ma, in una stagione e mezzo, non è riuscito a dare un’identità precisa alla Roma. Infatti, anche l’anno scorso, le più belle vittorie ottenute dalla Roma in Europa non sono arrivate grazie ad un gioco ben preciso. Quando quest’anno sono venuti a mancare determinati punti di riferimento come Nainggolan (anche se al momento la sua cessione è da considerare azzeccata visto il rendimento delle contropartite Santon e Zaniolo) e Strootman perchè ceduti e De Rossi per infortunio, è obbligatorio rivedere la situazione. Il mister ha delle colpe soprattutto nella gestione delle partine in cui la Roma si è fatta rimontare: togliendo per paura un attaccante, giocando senza punte e quindi dando troppi punti di riferimento ali avversari. In situazioni di svantaggio, ha spesso tolo un centrocampista per far entrare un attaccante in più, togliendo quindi un elemento in fase di costruzione. Questo è stato l’errore massimo del mister in questo anno e mezzo sulla panchina giallorossa”.

Ti aspettavi un rendimento del genere da parte di Zaniolo, nettamente la più bella sorpresa in casa giallorossa?
“Io molto spesso seguo la Primavera, quella dell’Inter con particolare interesse. Pinamonti e Zaniolo erano i giocatori che mi interessavano di più: se ne parlava tanto, più di Zaniolo che di Pinamonti. Si dice che la Roma volesse prendere Zaniolo a tutti i costi nell’ambito della cessione di Nainggolan, mentre l’Inter avesse proposto più soldi e il cartellino di Pinamonti piuttosto che Zaniolo. Al di là di questo, non me lo aspettavo: tempo fa dissi che poteva essere un potenziale titolare a Roma, in un paio d’anni e non in cinque mesi. Senz’altro è la sorpresa più bella, su questo non ci piove”.

Parlando della partita di questa sera, temi che la Roma possa abbassare la guardia come spesso le è accaduto in stagione contro le piccole?
“Io non temo che la Roma possa abbassare le difese contro il Chievo perché sottovaluta le piccole. Credo che il Chievo sia una “finta ultima”: è una squadra che può mettere in difficoltà chiunque: lo ha dimostrato contro ogni big che ha affrontato. Con il cambio di panchina, inoltre, il Chievo è migliorato sul piano del rendimento. Credo che possa mettere in difficoltà la Roma prendendola di sorpresa, ma grazie a delle qualità che possiede. Nel mercato di gennaio per me i gialloblù si sono un po’ indeboliti e potevano muoversi in modo diverso. Hanno sacrificato giocatori importanti, ma che non avevano più voglia di lottare per un obiettivo comunque prendendone altri più motivati. Temo questa partita: non perché la Roma abbasserà le difese, ma perché in questo momento il Chievo è in forma e la Roma no”.
 

Cosa ne pensi del Chievo e della sua fin qui travagliata stagione?
“Come detto in precedenza, credo che il Chievo non meriti di essere ultimo per quanto dimostrato, però oggettivamente i punti raccolto sono molto pochi. Spesso ha affrontato gli avversari dando tutto ma, in molte circostanze, è uscito sconfitto. Il Chievo per me ha sbagliato molto in fase di mercato e chiaramente la penalizzazione ha portato a rivedere i propri obiettivi, perché con i tre punti di penalità la salvezza era diventata difficile. Adesso è diventata molto difficile, anche se non impossibile. Il Chievo ha fatto diverse scelte sbagliate come quella di ingaggiare Ventura (anche se parlare dopo è sempre facile), ma ora si sta riprendendo e sono molto contento”. 

Un’ultima domanda: come finirà la partita e quali potrebbero essere i giocatori decisivi per entrambe le squadre?
“Io dico che la Roma vincerà 0-1 faticando non poco. Il gol vittoria lo segnerà Zaniolo, in una gran momento di forma. Il giocatore più decisivo in casa giallorossa, però, credo che sarà El Shaarawy: magari con l’assist vincente o comunque con una prestazione superlativa. Per quanto riguarda il Chievo, dico Giaccherini: spesso contro la Roma si esalta, facendo quelle galoppate a campo aperto che possono mettere in difficoltà i giallorossi”.


Altre notizie
Martedì 23 Luglio 2019
15:00 Calcio Mercato Ufficiale: Tanasijevic passa al Paris FC a titolo temporaneo
Domenica 21 Luglio 2019
12:10 Primo Piano Il Chievo torna alla vittoria: battuta 6-1 la Top 22 Dilettanti Veronesi
Sabato 20 Luglio 2019
13:10 Calcio Mercato Vicino un scambio con lo Spezia: arriva De Col, Seculin in Liguria
Venerdì 19 Luglio 2019
12:40 Giovanili Chievo Settore Giovanile: gli allenatori della squadre nazionali
Giovedì 18 Luglio 2019
00:25 Primo Piano Derby amaro in amichevole: Chievo battuto 2-1 dalla Virtus Verona
Mercoledì 17 Luglio 2019
17:45 In evidenza Ufficiale Kiyine e Ndrecka passano alla Lazio a titolo definitivo 16:40 Calcio Mercato Ufficiale: ceduti Confente e Andreoli alla Robur Siena
Martedì 16 Luglio 2019
17:30 In evidenza Ufficiale: ceduto il giovane Cesare Pogliano al Novara
Lunedì 15 Luglio 2019
13:35 Calcio Mercato Ufficiale: ceduto il difensore Matteo Solini al Como
Domenica 14 Luglio 2019
20:20 Primo Piano Buona la prima: battuto 6-0 il Bleggio in amichevole
Sabato 13 Luglio 2019
16:10 Primo Piano Caso plusvalenze: la risposta del Chievo a quanto apparso ieri sui giornali
Venerdì 12 Luglio 2019
15:35 In evidenza Gravina: "Il Chievo ha le carte in regola per giocare la Serie B"
Giovedì 11 Luglio 2019
14:30 Primo Piano Ufficiale l'arrivo di Esposito: "E' stato facile scegliere il Chievo"
Martedì 9 Luglio 2019
16:50 Primo Piano Parte il ritiro del Chievo: il programma delle amichevoli estive gialloblù 01:05 Calcio Mercato Ufficiale: ceduto il giovane Musa Juwara al Bologna
Lunedì 8 Luglio 2019
19:05 In evidenza Ufficiale: Bostjan Cesar rinnova con il Chievo fino al 2020 16:50 Chievo News Al via il ritiro estivo del Chievo: convocati e orari di allenamento 14:20 Primo Piano Ufficiale: rinforzo per l'attacco, ingaggiato Damir Ceter
Sabato 6 Luglio 2019
19:20 Calcio Mercato Ufficiale: Federico Barba va in Spagna, ceduto al Valladolid
Venerdì 5 Luglio 2019
17:40 In evidenza Ufficiale: primi contratti da professionisti per i giovani Pavlev e Bertagnoli